12/03/2017, 15:19



Ti-Presento-Toni-Erdmann


 



Recensione cinematografica del film "Ti Presento Toni Erdmann". La giovane regista tedesca Maren Ade mette in scena un film tutto incentrato sul rapporto padre-figlia, e lo fa in un modo del tutto personale ed originale, dando voce ad un padre che fa di tutto per mettersi al centro dell’attenzione della figlia, una figlia, Ines, donna in carriera tutta concentrata su lavoro, affari e  business.La chiave di lettura interessante del film viene fuori esattamente dal ruolo di questo padre che, vedendo una figlia troppo concentrata sul lavoro  che non si rende conto che il tempo passa, scorre velocemente ed  inesorabilmente, si rattrista perché lei è sempre concentrata sul lavoro, rigida, fredda, tedesca, appunto, senza mai accennare ad un sorriso.La regista mette in bocca al padre - rivolto alla figlia- questa frase: "Ines, sei felice?" E da lì una serie di scherzi e di gag divertenti in cui Toni Erdmann tenta a modo suo, burlandosi del mondo intero, di avvicinarsi sempre più ad una figlia che non sembra interessarsi di nulla se non della propria carriera.Il film ha non poche pecche e limiti.Sicuramente a tratti è noioso, lungo e lento.Anziché farlo durare 162 minuti la pluripremiata regista poteva fare dei doverosi tagli ad alcune scene che a mio parere sono superflue, inutili e ridondanti.Candidato all’Oscar come miglior film tedesco( ma interamente girato in Romania), il film vanta attori bravissimi e perfetti nei loro rispettivi ruoli, Peter Simonishek, strepitoso nelle sue performance da buffone e sempre pronto a scherzare, e Sandra Hüller, in tailleur decisamente di taglio maschile e super determinata al raggiungimento degli obiettivi professionali.Ma vivere la vita è un’altra cosa...Voto:7-
Gabriella Sanzone


1
Create a website