06/01/2018, 19:35



“Bright”-(2017),-di-David-Ayer.-


 



Recensionedi Andrea Giostra.

L’ultima produzione cinematografica di Netflix, si dice anche lapiù costosa finora con un costo di oltre 100 milioni di dollari, è “Bright” diDavid Ayer. Lo stesso regista di “End of Watch” (2012) e “Suicide Squad” (2016).Questa volta i protagonisti, di questo nuovo poliziesco fantasy, sono i bravissimi Will Smith, nei panni di Scott Ward un “poliziottoumano”, e Joel Edgerton, nei panni Nick Jakoby un “poliziotto orco”

Il genere è Azione, Fantasy, Fantascienza, Thriller, ecertamente piacerà ai cineamatori che si appassionano a questi racconti. Non èun film per tutti, non lo è soprattutto per coloro che amano il cinema visto dauna prospettiva realista. Di “realismo” qui ci sono le dinamiche tra culture,razze, tradizioni, costumi, usanze, appartenenze a clan e legami di sangue, leazioni frutto di fiducia e tradimenti, di amore per la giustizia e la visceralecupidigia per il potere e il danaro, di volontà di dominare il mondo o dimigliorarlo, di bonaccia al galleggiamento per sopravvivere o di rischio per ilcambiamento… insomma, le cose che tutti viviamo e che tutti sogniamoquotidianamente, chi più chi meno… Sono tutte queste le componenti che riesconoad essere ben miscelate in questo interessante film che tratta dinamiche umanee sociali con leggerezza, con una buona dose di umorismo, e con un messaggioche riesce a lanciare solo allo spettatore attento che saprà coglierlo. Chivedrà, forse, capirà!

E’ una storia che descrive una città turbolenta, una Losa Angelesdi un futuro non troppo distante dai giorni nostri, travagliata, confusionaria,a più strati sociali e di potere, dove il caos primeggia sull’ordine. Una cittàpopolata da umani, elfi, orchi, fate, e dove il potere assoluto è affidato allamagia, ad un trittico di bacchette magiche che solo una Bright potrà governare.La coppia di agenti Ward e Jakoby, durante un loro normale pattugliamentonotturno, si renderanno protagonisti di un susseguissi di accadimenti checambieranno le sorti del mondo, cercando di proteggere con la loro stessa vita unaragazza elfo di nome Tikka (Lucy Fry).



1
Create a website